Vienna

Sarebbe riduttivo decretare Vienna banalmente come una bella capitale europea; ha con sè ben altre caratteristiche: il fascino di architetture indefinite temporalmente, l’ aurea classica donatale dall’aver dato i natali a famosi musicisti, il gotico misurato dall’ immediatezza dei confini italiani.

La nostra breve fuga incomincia un plumbeo sabato novembrino, attraverso Kärntner Straße, la nota via dello shopping già riccamente addobbata in vista delle “imminenti” festività natalizie, al termine di essa scorgiamo Stephansplatz, la piazza dove sorge il Duomo di Vienna sovrastato dalla guglia medievale del campanile, uno dei più alti al mondo.

 

 

Altri due edifici che meritano una, seppur breve visita, sono la Chiesa di San Pietro erta su uno un vetusto edificio sacro di Vienna fondato nel 792 da Carlo Magno e il complesso della Hofburg, al cui interno si trovano interessanti realtà come il Museo dell’ Argenteria e la Serra delle Farfalle, 280 mq ospitanti sin dal 1998, centinaia di farfalle esotiche in un ambiente che riproduce le condizioni pressoché naturali, di una foresta vergine tropicale.

 

 

La mattina seguente si apre con l’ immancabile visita all’Hotel Sacher, per poter degustare tra i suntuosi arredi della pasticceria, immersi in un’ atmosfera ottocentesca immutata, la classica Sachertorte.

La motivazione del week end a Vienna risiede però nella magnifica mostra monografica in programma all’Albertina, museo viennese molto noto, in onore dell’impressionista Claude Monet.

 

 

 

Superfluo spendere recensioni lusinghiere per una delle migliori collezioni d’arte contemporanea visionate sinora, opere di Degas, Modigliani, Mirò e Picasso esposte in spazi confortevoli e ben illuminati fanno sì che la fruizione risulti davvero gradevole. Al piano terra opere molto recenti di Tom Wesselmann e Gottfried Helnwein sono adibite all’ allestimento di uno spazio nettamente più concettuale e difficoltoso alla compresione di chi non è preparato in ambito artistico.

 

 

Lasciamo Vienna con la vista del fastoso Teatro dell’ Opera, edificio di epoca rinascimentale che appaga in pieno la nostra voglia di ammirare una città storicamente e artisticamente pregevole, una meta che merita attenzione e un’ accurata visita attraverso la storia millenaria che la caratterizza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.